Fineconomy - Le azioni globali cercano l’aggancio al rally di Wall Street
Podcast11/05/2020

Le azioni globali cercano l’aggancio al rally di Wall Street

A dispetto del vecchio detto che invita a vendere a maggio e stare alla larga, nella prima settimana del mese delle rose Wall Street ha proseguito il rally di aprile aumentando ancora la distanza dai minimi di marzo, con il Nasdaq addirittura in positivo da inizio anno.

La Borsa di New York guarda oltre i dati economici che continuano a essere negativi, ma riflettono un passato recente e temporaneo, come il dato sulla disoccupazione uscito venerdì. A differenza della crisi del 2008-2009 i senza lavoro infatti sono un fenomeno assolutamente temporaneo, e il mercato anticipa come ‘vede’ l’economia tra 3-6 mesi.

Se l’intuizione è corretta, vuol dire che dovremmo assistere a una ripresa a ‘V’ per l’economia reale, proprio come la ‘V’ disegnata dagli indici di Wall Street dopo aver toccato i minimi del 23 marzo. Questa settimana gli occhi sono puntati sul capo della Fed Jerome Powell, che mercoledì farà il punto proprio sulle prospettive economiche nei prossimi mesi.

Intanto, dall’Asia all’Europa, le Borse globali tentano l’aggancio al rally di quella americana, da cui cercano di non perdere troppa distanza. A sostenere le piazze europee sicuramente c’è anche l’accordo raggiunto dall’Eurogruppo sulle misure finanziarie anti-virus.

Sulla Borsa di Milano e sui BTP si aggiunge l’effetto positivo di Moody’s che venerdì a mercati chiusi non ha toccato né il rating né l’outlook italiani, mantenendo il giudizio di Investment Grade.

Il movimento europeo è accompagnato da futures sugli indici di Wall Street poco mossi ma in territorio positivo e da un prezzo del petrolio che consolida i recenti guadagni.

Per oggi è tutto, appuntamento a domani.