Fineconomy - I mercati 'vedono' la riapertura delle economie bloccate dal virus
Podcast17/04/2020

I mercati 'vedono' la riapertura delle economie bloccate dal virus


Dopo la buona tenuta di Wall Street, con il Nasdaq che ancora una volta ha fatto meglio degli altri indici, le piazze finanziarie di Asia ed Europa puntano a una chiusura di settimana tonica.

A sostenere la fiducia degli investitori è la parola ‘riapertura’, che circola sempre di più, vale a dire la ripartenza graduale delle attività economiche dopo il blocco auto-inflitto per contenere la diffusione del Coronavirus.

In Europa inoltre giocano a favore anche gli appelli lanciati dal presidente francese Macron e dalla presidente della Commissione UE per una maggiore solidarietà nel sostegno finanziario ai paesi più colpiti dalla crisi, a cominciare dall’Italia. Aiutano anche le dichiarazioni della presidente della Bce Lagarde che si è detta pronta aumentare gli acquisti dei titoli.

Ne beneficiano lo spread tra BTP e Bund tedesco e anche la Borsa di Milano, partita tonica con industriali e bancari, sostenuti sia da speranze di una schiarita a livello europeo che da attese di riapertura almeno parziale delle attività produttive.

La caduta del 6,8% del PIL cinese nel primo trimestre resa nota questa mattina è stata sostanzialmente in linea con le previsioni e non ha impattato negativamente i mercati, a conferma del fatto che gli investitori hanno ormai interamente prezzato la negatività causata dalla pandemia.

Lo stesso vale per i dati macro americani. Il record di disoccupati temporaneamente causato dal virus non ha distolto Wall Street dal percorso di recupero dai minimi di marzo. I mercati hanno già scontato gli scenari peggiori possibili sia in termini di performance delle economie che di risultati aziendali.

Per oggi è tutto, appuntamento a domani.