Fineconomy - Borse caute, pesano i timori di tensioni commerciali Usa-Cina
Podcast21/05/2020

Borse caute, pesano i timori di tensioni commerciali Usa-Cina

Partenza nel segno della cautela per le Borse europee, sulla scia dei mercati asiatici, in seguito ai nuovi timori di tensioni commerciali tra Usa e Cina, con le accuse del presidente Trump a Pechino di essere responsabile della pandemia.

Le azioni globali continuano comunque a essere supportate dall’attesa di una rapida ripartenza delle economie dopo il lockdown, sostenuta e accelerata dal supporto delle politiche monetarie e fiscali, a cominciare dalla Fed americana.

Ieri sera infatti Wall Street ha chiuso ancora una volta in rally, incoraggiata dal capo della banca centrale Powell, che ha assicurato di essere pronto a fornire supporto aggiuntivo alla prima economia del mondo se si verificassero dei ritorni di fiamma del Coronavirus.

La distanza tra lo sforzo potente messo in campo dagli americani e le incertezze che ancora circondano il Recovery Fund europeo, sia nei modi che nelle quantità di fondi, continua a riflettersi nella diversa performance di Wall Street rispetto alle piazze europee, decisamente in ritardo.

A Milano l’entusiasmo dei risparmiatori per il BTP Italia, andato a ruba con richieste record per 14 miliardi, non riesce ancora a contagiare il mercato azionario, appesantito da trimestrali che scontano l’impatto del virus e anche da segni di ripresa delle vendite allo scoperto dopo il divieto rimosso dalla Consob.

Sui mercati delle commodity si registra la continua avanzata dei prezzi del petrolio che si muovono a cavallo dei 35 dollari al barile, segnalando anche in questo caso una ripartenza in vista delle economie, mentre l’euro continua a rafforzarsi a contatto con quota 1,1 su dollaro.

Per oggi è tutto, appuntamento a domani.